• Cinque per mille

    Quest'anno un motivo in più per versare il tuo cinque per mille alle Voci di mezzo, il codice fiscale dell'associazione è: 97456710157.
    Grazie!

  • Accessi

  • Newsletter

noi e i nostri progetti

L’Associazione culturale Voci di mezzo è in continuo movimento. Oltre alle cantate collettive, ai concerti, ai corsi e ai laboratori di canto, ci sono anche diversi progetti specifici. Ecco quelli in corso (in rigoroso ordine alfabetico):

coro_bovisaincantaBovisaIncanta
E’ un coro di quartiere (Dergano e Bovisa), composto da persone di tutte le età e le provenienze. Obiettivo del percorso è da una parte produrre momenti di socialità e di scambio culturale, dall’altra formare gli abitanti del quartiere all’uso della voce e alle tecniche del canto polivocale.

 

cantareiCantarei
E’ un trio vocale formato dalle tre voci di mezzo Livia Brambilla, Silvia Rusignuolo e Lorenzo Valera. A volte si trasforma in quintetto, a quel punto anche strumentale, con Simone Amodeo e Andrea Stanzione.

 

 

fà_desfàFà & Desfà
Un gruppo che ha deciso di concentrarsi sui canti del lavoro e sulla loro storia e che nelle sue esibizioni presenta, oltre alla storia delle canzoni, anche letture scelte sull’argomento lavoro.

 

IMG_2807Gruppo internazionale
Formazione variabile che porta agli incontri internazionali tra cori il repertorio e l’esperienza delle Voci di mezzo. Negli anni si è creata una rete di cori europei che periodicamente si trovano per fare festa e cantare a Piadena, Parigi, Marsiglia, Siviglia, Bologna, Milano, in Bretagna…

e GPR 2_Gruppo Perfezionamento Repertorio

GPR per gli amici, non è mai riuscito a trovare un nome serio e ormai questo è. Una decina di componenti che si concentrano sui canti della tradizione popolare e  sociale italiana, in particolare (ma non solo) del nord Italia

 

I progetti passati:

  • Ammacunnà. Progetto di studio e riproposta dei modi e delle forme musicali di quei canti di tradizione orale ritenuti “strani”:  i discanti, il canto “a vatoccu”, il canto “a distesa”, il bei, il trallalero ed altri. Accanto a questi si è cominciato a studiare il canto paraliturgico, canti a tematica religiosa non riconosciuti dalla liturgia ecclesiastica ma eseguiti nei riti calendariali. È in preparazione uno spettacolo dal titolo “Sacro e profano” che è la ripresa di un progetto già attuato nel 2007 e 2008.
  • Amore ribelle. L’amore è uno degli ingredienti principali del canto popolare di tutte le epoche. La curiosità di andarlo a scoprire nelle sue sfaccettature e la voglia di sperimentare e sperimentarsi su canti nuovi e nuovi arrangiamenti, stanno alla base di questo progetto. Nel futuro anche l’idea di uno spettacolo sul tema.
  • L’amore mio non muore. Il canto politico e sociale e la loro attualità. E’ questo l’interesse principale del gruppo che è partito studiando i canti degli anni Settanta, con l’intenzione di allargare il repertorio e costruire un canzoniere sociale che spazi negli stili e nei modi esecutivi, magari inserendo anche canti autografi.
  • L’Italia l’è malada. Un progetto musical-teatrale nato nel 2004 con altro titolo e cresciuto e modificatosi nel corso degli anni. Il filo conduttore è quello delle lotte di popolo e della repressione del potere nei primi 40 anni dell’Italia unita. Con uno sguardo particolare sulla rivolta di Milano del 1898 e le cannonate di Bava Beccaris. Vai alla pagina dello spettacolo
  • Trio Acratico. Una formazione variabile, che non segue le regole tradizionali nemmeno nel numero di componenti. Insomma Trio di nome, non necessariamente di fatto. Canta spesso come punteggiatura di radiospettacoli e serate a tema, per spiegare, attraverso il canto, pezzi di storia

il maestro Angelo Pugolotti (1949-2015) Il maestro Angelo Pugolotti (1949-2015)



  • cerca per categoria

  • Corsi di canto e seminari

    Ogni martedì all’Arci Corvetto e all’Arci Scighera i corsi di canto popolare delle Voci di mezzo.

    Le iscrizioni sono sempre aperte.

    Per i seminari guardate il sito o iscrivetevi alla newsletter per tutte le informazioni.
    A presto!