• Cinque per mille

    Quest'anno un motivo in più per versare il tuo cinque per mille alle Voci di mezzo, il codice fiscale dell'associazione è: 97456710157.
    Grazie!

  • Accessi

  • Newsletter

Stornelli d’esilio – note storiche

targa-goriCanto di Pietro Gori, che ne compose il testo quasi certamente tra il 1894 e il 1902, durante il suo esilio politico. Il fatto che Gori abbia sperimentato in prima persona le amarezze dell’esilio e della persecuzione politica, unito alle sue magistrali doti creative, trasmette a questo brano, con grande vigore realistico, tutte le tematiche fondanti dell’anarchismo: il dolore per la miseria e l’ingiustizia, la tensione eroica verso l’emancipazione umana e verso un mondo migliore.
Pubblicati per la prima volta nel 1904, in alcune edizioni accompagnati dall’indicazione “da cantarsi sull’aria della canzone toscana La figlia campagnola“.

La prima edizione a stampa dei Stornelli d’esilio di Gori dovrebbe essere quella del 1898 nei Canti anarchici rivoluzionari, stampati senza menzione dell’autore (ma con testi quasi tutti di Gori), a Paterson, New Jersey, dalla Tipografia della Questione Sociale [“Biblioteca della “Questione Sociale”. Quarto opuscolo”], a pagina 4. Dell’opuscolo esiste una sola copia in una biblioteca di Roma.

(grazie a Martino Marazzi per le informazioni)

 



  • cerca per categoria

  • Corsi di canto e seminari

    Dal 2 ottobre 2018, ogni martedì alle 19.30, ricomincia all’Arci Scighera il corso di canto popolare delle Voci di mezzo.

    Dall’8 ottobre, ogni lunedì alle 20.30, all’Arci Corvetto una novità: le serate di InCantiere: per cantare popolare con serate a tema.

    Iscrivetevi alla newsletter per tutte le informazioni sulle attività delle Voci di mezzo.